Home arrow Briciole per l'anima
 
Home
Parrocchia
Contatti
Orario Sante Messe
Momenti di preghiera
Confessioni
Calendario mensile
Calendario pastorale
Appuntamenti e avvisi
Comunicazioni del parroco
Oggi in parrocchia
Documenti
Foto vita parrocchiale
Sguardi di bellezza
Arte e storia
Volti di ieri e di oggi
Giubileo Modigliana
Le nostre valli
Comunità e luoghi religiosi
Città di Modigliana
Passi nello spirito
Idee e riflessioni
Sottolineature
Briciole per l'anima
Video per riflettere
L'angolo del sorriso
Avvisi dalla diocesi
APPARTAMENTO STORICO DEL VESCOVADO
_____MU.VE_____ MUSEO DI ARTE MODERNA
Comitato di amicizia
 
Briciole per l'anima
BRICIOLA 17-10-2020
17/10/2020
di DON MASSIMO. CORAGGIO. Una delle virtù cardinali è il coraggio e uno dei doni dello Spirito è la fortezza. Credo che in questi giorni dobbiamo proprio tirar fuori queste qualità dell'animo e della volontà. Innanzitutto per fronteggiare l'emozione della paura e poi anche per stare in una realtà incerta, ma non impossibile da vivere. Credo che la prova del COVID ci ponga questa sfida: stare tra il fare niente generato dalla pura e il fare tutto generato dalla ribellione negazionista. In mezzo ci sta il poter fare cose in sicurezza e con gli altri, per per sè e per gli altri. Certo ora facciamo emergere la forza spirituale che ci spinge a resistere, con lucidità, nella prova. Chiediamo tutto ciò anche all'intercessione dei santi, come i martiri (oggi c'è l'esempio luminoso di sant'Ignazio di Antiochia)  che hanno dimostrato grande fortezza davanti al male che li affliggeva.
 
BRICIOLA 11-10-2020
12/10/2020
di DON MASSIMO. RICORDATI CHE DEVI MORIRE. Questo è un antico motto che i frati si scambiavano. E' un consiglio più che una minaccia o una maledizione. Dico consiglio per dire che era un messaggio sapienziale che doveva portare a buone prassi. Il ricordo della fine, oltre a farci sentire un po' tristi, va anche colto, innanzitutto , come ricordo del valore della vita. La vita è preziosa e non va bruciata. Ancora il ricordo di un termine ci faccia pensare che certe cose vanno affrontate o risolte , prima che non sia più tempo. Dobbiamo perdonare qualcuno? Dobbimo decidere di cambiare vita abbandonando certi vizi? Dobbiamo dire ad una persona che le vogliamo bene? Dobbiamo decidere finalmente di fare una cosa buona (forse l'unica), cioè quella decisiva e più importante per i bilanci nostra vita?   Facciamolo da adesso e non aspettiamo chissà quando.
 
BRICIOLA 11-10-2020
11/10/2020
di DON MASSIMO. DONO. Il nostro senso religioso ci porta a scoprire una dimensione importante per l'uomo, quella spirituale. In essa si apre un mondo nel quale scopriamo Dio come persona, che parla e agisce anche se in modo misterioso rispetto alle logiche della pura razionalità. Infine coltivando questo dialogo con un Dio personale scopriamo che tutto ci è dato in dono. Il benessere necessario ad un ben-vivere trova la sua pienezza nel coltivare il dialogo con Dio, ma soprattutto nell'abbandonarci al dono. Dio prima di chiedere cose o di ordinare cosa fare, è un Altro che a noi vuole donare cose speciali che chiamiamo 'grazia' e che portano alla 'Vita'. Noi siamo immersi in una 'pioggia' di doni... Accogliamoli. Intanto cominciamo ad aprire le mani senza vergogna. 
 
BRICIOLA 10-10-2020
10/10/2020
di DON MASSIMO. CHIAMARE. Quando abbiamo una bella notizia, una che ci allieta veramente il cuore, come un esame superato, un figlio nato, la vittoria in una gara... non possiamo tenerla dentro per noi ma viene spontaneo chiamare subito qualcuno e raccontargliela. Oggi si mette subito sui social, ma ancora siamo abituati a telefonare a qualcuno che ci è molto caro. Le belle notizie sono fatte per essere condivise e non solo godute! Sembra una legge di natura. Così dovrebbe essere anche per i segni della grazia di Dio che ci raggiungono in modi sorprendenti. Ci sono segni interiori, che percepiamo con emozioni, ma soprattutto nella scoperta di verità, valori e illuminazioni. Ci sono eventi esterni, che a volte chiamiamo miracoli.... Dio ci raggiunge  e ci accompagna, ci ama e ci salva. Non possimo tenere quelle esperienze per noi. Dobbiamo chiamare subito qualcuno! Oppure pubblica sui social che la Grazia di Dio è sorprendente. 
 
BRICIOLA 9-10-2020
09/10/2020
di DON MASSIMO. PER L'UNITA'. Tra i vari trascendentali, che sono come 'vie' in cui l'umano si apre al Mistero del Divino, oltre a quelli del Bello, del Vero e del Buono, non va tralasciato quello dell' Uno. C'è un grande disegno divino insito nella creazione che rimanda alle infinte relazionalità, interconnessioni e familiarità. Esso, per noi credenti, ha origine nel Dio Trino e Unico, fonte dell'unità nella diversità. Noi crediamo anche che l'opera del diavolo è quella di separare, di dividere (che è diverso da distingure o chiarire le opposizioni, come quella tra il bene e il male). Inversamente l'opera di Dio è quella della comunione universale, innanzitutto di ogni creatura col proprio Creatore e poi delle creature tra di loro, umane, animali e vegetali. Persegui la via dell'unità per incontrare il Dio della Comunione, che in Cristo Crocifisso ha voluto riconciliare la frattura del peccato e la separazione dei figli dal Padre.
 
BRICIOLA 8-10-2020
08/10/2020
di DON MASSIMO. CHIEDERE. Una persona diceva che durante la pandemia ha scoperto di essere 'dipendente'. Questa parola suona, ad alcuni come, come pericolosa. Può esserlo se presa in maniera assoluta o vissuta diventando schiavi di sostanze o persone troppo dominanti. Ma la dipendenza è normale se pensiamo alla vita che si sviluppa solo se è in relazione ad altri e potremmo dire con un Altro. Così nel Vangelo di oggi Gesù ci sprona a chiedere, senza pudore. Questo è il modo di vivere una dipendenza: chiedendo. Diice di chiedere con insistenza finchè non si è esauditi.  Che sfacciataggine! Eppure sì. Conclude dicendo che darà lo Spirito Santo. Lo Spirito coi suoi doni di sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, preghiera e timor di Dio ci illuminerà nel capire il dono ricevuto in risposta alle nostre richieste... e a come gestirlo... a dire ogni giorno: grazie!
 
BRICIOLA 6-10-2020
06/10/2020
di DON MASSIMO. LA PARTE MIGLIORE Gesù si trovò ad assistere al dialogo accalorato (dicesi litigio) tra Marta e Maria nel giorno dell' ospitalità (quante cose si rischia di rovinare nei giorni che vorremmo più belli!). Da una parte c'è l'organizzazione premurosa di Marta e dall'altra il gesto dello stare accanto immobile di Maria. Gesù valorizza il secondo gesto senza negare il primo. Egli vede nel secondo gesto quello di chi si mette in ascolto dell'altro, dell' ospite, dell'amico. Ascoltare diventa la base per poter fare e per poter rispondere veramente alle esigenze dell'altro. Ascoltare con gli occhi, ascoltare col cuore, ascoltare con la mente.... perché le orecchie sono secondarie! Tu con cosa ascolti?
 
BRICIOLA 4-10-2020
05/10/2020
di DON MASSIMO. SERVO NELLA CHIESA. Ho trovato questo scritto di don Primo Mazzolari, che giudico bello e importante per vivere la missione di servizio nella Chiesa oggi. 
" Si cerca per la Chiesa un uomo che trovi la sua libertà nel vivere e nel sentire e non nel fare quello che vuole. 
Si cerca per la Chiesa un uomo che abbia nostalgia di Dio, che abbia nostalgia della Chiesa, che abbia nostalgia della gente, nostalgia della povertà di Gesù, nostalgia dell'obbedienza di Gesù.
Si cerca per la Chiesa un uomo capace di morire per lei, ma ancor più capace di vivere per la Chiesa; un uomo capace di diventare ministro di Cristo, profeta di Dio, un uomo che parli con la sua vita".
 
BRICIOLA 3-10-2020
03/10/2020
di DON MASSIMO. I CONTI DEL DARE. Nelle parabole di Gesù si racconta di quegli affittuari della vigna che hanno ucciso i servi del padrone e anche il suo stesso figlio. Possiamo chiederci perchè? La logica umana è sempre quella di chi vuole avere di più e possedere. Se voglio una tua cosa: o te la compero o te la rubo. Più o meno va così. Ma credo che in fondo nella parabola la cosa strana è, secondo me, che quel Padrone, suo Figlio e i suoi servi, non sono venuti a chiedere i conti del guadagno. I conti del Dio di Gesù Cristo sono sempre quelli del dare. Quanto avete dato? Quanto avete regalato? La vigna che è il Regno di Dio, che dobbiamo far crescere è quella del dare: amore e fratellanza, la Parola e la Grazia divina. Solo dare. Allora i conti tornano. Ottobre: mese del dare il nome di Gesù Salvatore.
 
BRICIOLA 2-10-2020
02/10/2020
di DON MASSIMO. TESTIMONI DI SPERANZA. Credo che sia questa la virtù più necessaria in questo momento. Sperare è più di pensare che 'andrà tutto bene'. Sperare è fiducia in qualcuno che poi infonde la fiducia in me stesso. Io credo che Dio attraverso le persone che mi ha messo sul cammino della vita, quelle che ricordo più volentieri, mi abbia infuso questa fiducia, fonte della speranza. Sperare poi è fare già un primo passo, attivarsi, crederci. La direzione è quella della vita desiderata, del bene e della giustizia implorata. Nella speranza io pongo il mio mattoncino e .... mi par già che altri dopo di me hanno già raccolto anche il loro mattoncino per costruire una 'casa speciale' che vorrei chiamare 'Regno di Dio per gli uomini'. 
 
<< Inizio < Pros. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prec. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 834
 
AGESCI
ANSPI
Azione Cattolica
Oratorio ACR
Catechisti, educatori...
Catechismo Sacramenti
Cammini di fede giovani
Incontri adulti e genitori
Gruppi caritativi
Pietre Vive Modigliana
Ministeri
Ultimi contenuti

 
Sito realizzato con Joomla! - Copyright 2020 Parrocchia di Modigliana