Home
Parrocchia
Contatti
Orario Sante Messe
Momenti di preghiera
Confessioni
Calendario mensile
Calendario pastorale
Appuntamenti e avvisi
Comunicazioni del parroco
Oggi in parrocchia
Documenti
Foto vita parrocchiale
Sguardi di bellezza
Arte e storia
Volti di ieri e di oggi
Giubileo Modigliana
Le nostre valli
Comunità e luoghi religiosi
Città di Modigliana
Passi nello spirito
Idee e riflessioni
Sottolineature
Briciole per l'anima
Video per riflettere
L'angolo del sorriso
Avvisi dalla diocesi
APPARTAMENTO STORICO DEL VESCOVADO
_____MU.VE_____ MUSEO DI ARTE MODERNA
Comitato di amicizia
 
Donazione Dora Savorana
09/11/2016
Appartamento Storico dei Vescovi di Modigliana"

Sabato 16 luglio 2016 ore 16,00 

Donazione Dora Savorana


2445.jpg

Biografia dell'artista

Nato il 14 gennaio 1890 a Modigliana, allora provincia di Firenze, da padre Capomastro e scalpellino, secondo di 9 figli, manifesta molto presto la sua passione per l'arte  con disegni straordinari a supporto delle sue continue richieste di voler "... imparare l'arte" a Bologna o a Firenze ma purtroppo il padre non ha i mezzi per permetterglielo. 1461.jpg

La svolta inaspettata gli si presenta nel 1908, nella persona del Dott. Enrico Magagni di Bologna, chirurgo dell'Ospedale di Modigliana, che trova lavoro al diciottenne Ugo, presso un suo zio titolare di un'impresa edile e di un cantiere dove si lavora il marmo, gli stucchi, si fanno i modelli e stampi per getti in cemento.  Ugo vi lavora per guadagnarsi il vitto e l'alloggio e di sera frequenta l'Istituto Aldini Valeriani prima e la Regia Scuola di Arti e Mestieri poi. Nel 1910 frequenta la Regia Accademia di Belle Arti conseguendo, con il massimo dei voti, sia il Diploma del Primo Anno speciale di Scultura che, successivamente, nonostante presti il servizio militare, il Diploma del 4° corso di Arti Decorative. Nel corso degli studi conosce Tullo Golfarelli che sarà il suo affezionato maestro fino alla sua scomparsa.  La Guerra Libica nel 1911 e la Prima Guerra mondiale lo terranno, quasi ininterrottamente, al fronte ben 8 anni. Congedato, nel 1919 consegue il Diploma del secondo anno speciale di Scultura alla Regia Accademia di Bologna e nel 1922 il Diploma di Scultura all'Accademia di Parma.  Nel 1921 rientrato a Modigliana, riprende il lavoro con il padre ed i fratelli per il ripristino delle case, chiese e ville danneggiate dal terremoto del 1919.  Lo stesso anno sposa Bianca da cui ha tre figli Paride, Dora e Tullo. Nel 1926 collabora alla grande mostra che si tiene a Modigliana in occasione delle celebrazioni per il 1° centenario della nascita di Silvestro Lega, dove espone sei opere ottenendo un notevole successo personale. Nel 1930 viene scelto, con altri 10 artisti, per partecipare al concorso per la realizzazione delle tre porte del Duomo di Orvieto. Il concorso, sfortunatamente, viene sospeso. Lui però, credendo fermamente in quel progetto, ci lavora saltuariamente, fino a che nel 1968, la sorpresa: senza concorso, la realizzazione delle porte viene assegnata ad Emilio Greco.  Nel 1940 viene bandito il concorso per la realizzazione di alcune porte in bronzo della Basilica di S. Pietro in Roma. Il vincitore (medaglia d'oro) è Giacomo Mazù  ma nel 1948 a Savorana è assegnata la medaglia d'argento per le "notevoli qualità plastiche e per la buona soluzione del problema architettonico".
Ugo Savorana è artista eclettico: decoratore, restauratore, pittore e scultore.  Con innata tendenza alla sperimentazione, in tutta la sua ampia e varia produzione, si ispira ad un materialismo popolare schietto, istintivo, ma misurato ed a tratti malinconico.  Il suo è un realismo vitale che non dimentica i grandi maestri classici e moderni e che, pur  sottraendosi al formalismo accademico ancora trionfante, mantiene l'attenzione al disegno ed alla forma.  L'artista lega la sua fama principalmente alla scultura in cui si esprime con una tecnica rude ed angolosa, ma efficace e sicura, attraverso un'acuta osservazione del vero ed una singolare sensibilità da artista scontroso e solitario, memore degli insegnamenti del suo maestro Golfarelli, nel contesto della Scuola Romagnola. La città di Forlì deve ad Ugo Savorana i rosoni in stucco della navata centrale e dell'abside del Duomo, il disegno e l'esecuzione della Cappella dei Caduti in Santa Maria del Fiore (Cappuccini); il restauro e le decorazioni interne della Prefettura, la fontana di Piazza degli Ordelaffi, l'ambone in bronzo di S. Mercuriale, le decorazioni e le aquile del Palazzo della Posta, le numerose opere della Pinacoteca Civica ed i tanti monumenti, busti e bassorilievi delle tombe del Cimitero monumentale. Deceduto il 30 marzo 1984 alla bella età di 94 anni, nel 2009 l'Amministrazione Comunale forlivese gli intitola una via. Modigliana dell'artista Ugo, conserva le straordinarie decorazioni sulla facciata del Caffè del Corso, di alcune abitazioni signorili ed esercizi commerciali,  la decorazione del balcone della Cassa dei Risparmi. Piccoli busti, bassorilievi e dipinti ad olio sono presso privati ed altri sono conservati nella Pinacoteca cittadina. I quattro splendidi acquerelli, purtroppo ingialliti dal tempo, esposti qui oggi ed oggetto della "Donazione Dora Savorana", si riferiscono al concorso indetto dalla Curia Vescovile modiglianese nel 1938-39, per la decorazione interna della nuova Cappella del Santissimo Sacramento del Duomo, per il Congresso Eucaristico previsto dal 7 al 10 settembre di quello stesso anno.  Al progetto Savorana però, viene preferito quello dell'Arch. Giuseppe Rivani (già autore della ristrutturazione del 1931 della navata della chiesa delle Agostiniane) e l'esecuzione pittorica è affidata al decoratore Agostino Mazzanti entrambi di Bologna. Ai ringraziamenti di Don Massimo alla nipote, Prof.ssa Bianca Maria, ai Savorana ed ai concittadini presenti, unisco il mio personale grato che, alle belle opere lapidee visibili per le strade del paese, si aggiunga ora questa bella testimonianza di un'abilità ed un gusto raffinati con i quali Ugo onora la nostra città.

BOZZETTI   DEL   PROF.   UGO  SAVORANA  PER  L'APPALTO DELLA  DECORAZIONE  DELLA  CAPPELLA  DEL  SANTISSIMO ALL'INTERNO DELLA  CATTEDRALE   DI  MODIGLIANA   (1939)

2446.jpg
NOTA :  Il progetto fu scartato.   L'artista, classe 1890, è il secondo in alto a sinistra nella foto del 1915 -18

Parete  destra  
Nei pennacchi gli Evangelisti : S. MARCO e  S. MATTEO
I Santi eucaristici :    S. TOMMASO     e    S. AGOSTINO
Forlì  11 aprile 1939 - XVII

Altare e decorazione absidale 
Scala 1 : 20
 
Prospetto dell'abside
Sviluppo della volta centrale
Forlì  20 aprile 1939 - XVII
Parete sinistra
Nei pennacchi gli Evangelisti : S.  LUCA  E  S.GIOVANNI
I Santi eucaristici :  S. GIOVANNI  BOSCO    e   S. GIULIANA  FALCONIERI 
Forlì  1 aprile 1939 - XVII

2461.jpg

ALTRE OPERE
1455.jpg
1456.jpg
1457.jpg
1458.jpg
1459.jpg
 Commenti (0)Add Comment

 Scrivi un commento
quote
bold
italicize
underline
strike
url
image
quote
quote

security code
Trascrivi nello spazio sottostante i caratteri che appaiono nella riga qui sopra e procedi all’invio del commento, ma tieni presente che questo vuole essere uno spazio di confronto positivo, quindi eventuali messaggi con spirito polemico o contenenti offese, insulti o termini non consoni allo spirito del sito saranno rimossi.


busy
 
< Avanti   Indietro >
 
AGESCI
ANSPI
Azione Cattolica
Oratorio ACR
Catechisti, educatori...
Catechismo Sacramenti
Cammini di fede giovani
Incontri adulti e genitori
Gruppi caritativi
Pietre Vive Modigliana
Ministeri
Ultimi contenuti

Abbiamo 1 visitatore online
 
Sito realizzato con Joomla! - Copyright 2024 Parrocchia di Modigliana