Home arrow Io penso positivo arrow PAROLE DEL PAPA NEL VIAGGIO DA PANAMA 2019
 
Home
Parrocchia
Contatti
Orario Sante Messe
Momenti di preghiera
Confessioni
Calendario mensile
Calendario pastorale
Appuntamenti e avvisi
Comunicazioni del parroco
Oggi in parrocchia
Documenti
Foto vita parrocchiale
Sguardi di bellezza
Arte e storia
Volti di ieri e di oggi
Giubileo Modigliana
Le nostre valli
Comunità e luoghi religiosi
Città di Modigliana
Passi nello spirito
Idee e riflessioni
Sottolineature
Briciole per l'anima
Video per riflettere
L'angolo del sorriso
Avvisi dalla diocesi
APPARTAMENTO STORICO DEL VESCOVADO
_____MU.VE_____ MUSEO DI ARTE MODERNA
Comitato di amicizia
 
La redazione si riserva di rimuovere gli interventi non conformi allo spirito della rubrica.
PAROLE DEL PAPA NEL VIAGGIO DA PANAMA 2019
28/01/2019

Molto preoccupato per la situazione del Venezuela (“Sono terrorizzato dallo spargimento di sangue. Serve una soluzione giusta e pacifica”), ma felice per l'esperienza della Gmg di Panama: “È stato un viaggio forte. Il termometro, la stanchezza... e sono distrutto”. Convinto nel riaffermare che il celibato nella Chiesa latina non si tocca e vicino alla sofferenza delle donne che abortiscono: “Il dramma dell'aborto, per capirlo, bisogna essere in un confessionale”. Molto chiaro su che cosa ci si deve attendere dall'incontro dei presidenti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo in merito al problema degli abusi: “Una presa di coscienza del problema e la definizione del che cosa fare, le procedure, i protocolli”. E altrettanto netto nel ricordare che quello delle migrazioni è “problema complesso” che richiede al tempo stesso capacità di accoglienza, prudenza dei governanti e aiuti economici alle nazioni da cui i migranti partono. E' sicuramente un Francesco in forma, nonostante le fatiche di questi cinque giorni in terra panamense, quello che si presenta ai giornalisti per la consueta conferenza stampa sul volo di ritorno a Roma. Fino all'ultimo il Papa non si è risparmiato, incontrando in nunziatura, poco prima di partire, un gruppo dell'Unicef e ascoltando la testimonianza di due bambine. “Ho sentito cose che toccano il cuore”, sottolinea. E fa riferimento ad esempio a Marta Avila, la sedicenne honduregna che ha cantato per lui una bellissima canzone contro il bullismo.

Non si risparmia il Papa neanche di fronte alle domande dei giornalisti, che toccano diversi argomenti, compresa la necessità dell'educazione sessuale a scuola, da attuare però senza “colonizzazioni ideologiche”. Spiega, rispondendo a un giornalista di Panama, che per lui “la missione del Papa in una Gmg è quella di Pietro. Confermare nella fede”. E che bisogna attuarla “non solo con la testa ma anche con il cuore e con le mani”. E infine, parlando di Panama, dice di essere rimasto colpito dalla nobiltà di questa nazione. “Il loro orgoglio era alzare i bambini al passaggio della papamobile e dire 'questa è la mia vittoria, il mio futuro, il mio orgoglio'. Questo, nell'inverno demografico che stiamo vivendo in Europa, e specialmente in Italia sotto zero, ci deve far pensare. Qual è il mio orgoglio, il turismo, la villa, il cagnolino o alzare un figlio?”.

 Commenti (0)Add Comment

 Scrivi un commento
quote
bold
italicize
underline
strike
url
image
quote
quote

security code
Trascrivi nello spazio sottostante i caratteri che appaiono nella riga qui sopra e procedi all’invio del commento, ma tieni presente che questo vuole essere uno spazio di confronto positivo, quindi eventuali messaggi con spirito polemico o contenenti offese, insulti o termini non consoni allo spirito del sito saranno rimossi.


busy
 
< Avanti   Indietro >
 
AGESCI
ANSPI
Azione Cattolica
Oratorio ACR
Catechisti, educatori...
Catechismo Sacramenti
Cammini di fede giovani
Incontri adulti e genitori
Gruppi caritativi
Pietre Vive Modigliana
Ministeri
Ultimi contenuti

Abbiamo 1 visitatore online
 
Sito realizzato con Joomla! - Copyright 2020 Parrocchia di Modigliana